sabato 21 marzo 2015

Veloutè de choux-fleur

                      

 

                 La vellutata di  cavolfiore

 

Da qualche giorno sono in montagna dalla mamma in Trentino: queste giornate sono dedicate al relax alle lunghe chiaccherate alla trasgressioni culinarie con quella che io chiamo la " comida de mama" . La cosa più mondana della mia routine quotidiana  è la passeggiata  fino ai negozi di alimentari per fare la spesa; l'offerta rispetto ai fornitissimi negozi di città è molto limitata, ma questo è uno stimolo ad uscire dalla routine e cucinare qualche piatto dimenticato. Ieri, vedendo dei cavolfiori ho pensato che avrei  preparato la vellutata  che piace molto a mia mamma e stranamente anche a me! Un piatto veloce che regala grandi sorprese,  in quanto il sapore marcato che sprigiona il cavolo durante la cottura  nella vellutata viene sostituito da  un gusto veramente delicato, e molto gradevole . 
La ricetta la trovate in  fondo al post
                                                                                                                                                                                                                                                                               




Miù Miù




Missoni
Yimmy Choo




Givenchy
Delfina Deletrezz


roux


Alexander Mc Queen





Kayu











Ricetta  per 4  persone                      tempo  di esecuzione 1 ora circa

1 cavolfiore di  circa 700    gr. 
1 e 1/2    di   acqua  ca.
35 gr. di burro 
35 gr. di farina o mazeina 
sale q.b.
pepe q.b. 
1/2 dado vegetale 
crostini di pane 


Lavate il cavolfiore , togliete le foglie verdi e con l'aiuto di un coltellino tagliate le cimette : Mettetele in una pentola con i bordi alti con acqua tiepida e fatele cuocere per circa venti minuti .
Nel frattempo preparate il roux : per chi non lo sapesse il ruox può essere bianco , biondo  o  un roux preparato a freddo e serve come base per la bechamel , per  le vellutate o per addensare i sughi. Noi prepareremo un roux bianco  :mettete  una pentola sul fuoco basso e fate sciogliere il burro facendo attenzione che non prenda colore appena è sciolto aggiungete mescolando con cura la farina o la mazeina che avrete precedentemente setacciato , quando il composto sarà pronto spegnete il fuoco. Nel frattempo i nostri cavolfiori saranno cotti , frullateli bene con un mixer ad immersione , e versate il composto nel roux che avrete precedentemente preparato facendo attenzione di mescolare con cura vedrete che il ruox darà la giusta densità e consistenza al frullato di cavolfiori che altrimenti sarenne troppo liquido.  Aggiustate di sale e servite aggiungendo una leggera spolverata di pepe , parmigiano e  i crostini di pane, che io preparo passandoli velocemente in una pentola leggermente imburrata e  lasciandoli dorare ,







 Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email e saranno immediatamente rimossi.

15 commenti:

  1. Risposte
    1. Hi thanks so much for your kind comment ! I Think that the coat is really gorgeous !

      ave

      Elimina
  2. adoro la vellutata di cavolfiore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lu Lu ,
      io ero assolutamente prevenuta ......poi ho cambiato idea , adesso piace molto anche a , è un piatto molto sano

      ave

      Elimina
  3. Che bontà! La proverò, adoro i cavolfiori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia de Vegtalian Food

      è un piatto con poche calorie e molto delicato .

      Elimina
  4. Ciao! Mai assaggiata, ma a dire il vero, ho cucinato una vellutata un paio di mesi fa, ed era la prima della mia vita, sia cucinata che mangiata.
    Però mi hai incuriosita parecchio, anche perchè siamo divoratori di vergure ed ortaggi.
    Vorrei provare.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie per la visita , io non mangiavo nessun tipo di minestra ...le detestavo , ma ora mi sono convertita, anche perchè io le faccio in modo che siano molto leggere e non caloriche ..e veloci da cucinare , niente soffritti , niente cipolle o patate , solo un po' di insaporitore , e un p' di burro e farina per legare il tutto . ave

      Elimina
  5. Mi piace molto l'accostamento degli accessori con le varie fasi della lavorazione della vellutata che.... dall'aspetto credo sia buonissima!
    A presto Evelin

    RispondiElimina
  6. Ave, ha un aspetto delizioso!

    RispondiElimina
  7. Okay, first of all, I want to have that soup..Second of all, this post resonates with your blog name :)

    Jenny’s Bicycle-Indian Fashion Blog!!

    RispondiElimina
  8. La natura ha dei colori favolosi !!
    Lalu Lstinzi.blogspot.com

    RispondiElimina
  9. Vado matta per tutto quello che ha a che fare con la vellutata. E i crostini... slurp!

    RispondiElimina