martedì 13 dicembre 2016

Asperum Midolini: il una domenica in acetaia con il mercatino di Natale




Da molto tempo non pubblicavo un post; mi frenava una strana sensazione di inadeguatezza. I vari blog sono sempre più somiglianti a riviste patinate,  molto curati nella forma , con  bloggers e fotografi   che ormai sono dei professionisti , avevo proprio pensato di lasciar perdere , anche se a malincuore ; poi, qualche giorno fa la lettura di questo articolo   mi ha colpita moltissimo e mi ha fatto riflettere a lungo . La proposta da un'ottica diversa , una teoria nuova  sulla quale non avevo mai riflettuto  molto vicina al mio modo di essere e di pensare  che ho subito fatto  mia  e che  mi ha  indotta a riconsiderare il mio punto di vista....... ed allora riprendiamo così senza pretese ma con la gioia  di regalare un attimo .




"Credo che la Fotografia sia una faccenda di generosità. Nel senso che, quando fotografi, tu dovresti restituire al mondo, agli altri, ciò che l’Universo ha donato al tuo sguardo, al tuo essere.  Che poi è la stessa generosità di cui è imbevuto chi realizza un mandala con i fiori, scrive un haiku o disegna un ramo di bambù a inchiostro di china.

La generosità di ogni creazione, di ogni atto creativo.

Credo anche che la Fotografia sia un atto, un atto creativo, da compiere senza vergogna. Perché la vergogna trattiene sempre qualcosa e rende il tuo dono agli altri incompleto. Un dono a metà.

Se non è così, cioè: se non sei generoso e hai vergogna, allora quello che stai facendo quando fotografi  è  solo Accademia .Fredda , polverosa , narcisistica Accademia ."

La valigia di van Gogh


                                                                                                                



il  benvenuto


Il balsamo Asperum nei vari stadi di invecchiamento

La botte per il mosto cotto  nella prima fase di maturazione


una botte  per l'invecchiamento



gli  addobbi nell'area del mercatino





l 'ex   granaio  e le piccole botti per l'invecchiamento

selezione di miele dalla vicina Slovenia


specialità dalla Carinzia
le delizie preparate da Giulia

Le furlane di  Cencetak




Nessun commento:

Posta un commento